bollo auto

Rinnovare il bollo auto con Poste Italiane è facile e comodo. A partire da gennaio 2022, infatti, tutti i possessori di un veicolo non interessato da esenzione sono tenuti a rinnovare il pagamento dell’imposta regionale il mese successivo a quello di scadenza, ma scopriamo come farlo con Poste Italiane. L’operazione potrà essere effettuata scegliendo il canale più indicato alle proprie esigenze – ufficio postale, sito www.poste.it, App Postepay o App BancoPosta – ricordando solo la targa del veicolo, senza la necessità di calcolare preventivamente l’importo dovuto.

Sarà Poste Italiane, grazie al collegamento diretto con la piattaforma pagoPA, a indicare al cliente quanto versare e a calcolare anche eventuali sanzioni e interessi nei casi di ritardato pagamento o di regolarizzazione di annualità precedenti.

Come pagare il bollo auto online

Il pagamento online è disponibile per i clienti registrati al sito poste.it.

Una volta collegati basterà:

  • selezionare la voce “Paga on line”;
  • cliccare sul servizio “Bollo Auto” tra quelli disponibili;
  • entrare nella propria Area Personale utilizzando le proprie credenziali, oppure inquadrando il QR Code sulla pagina con le App Postepay o BancoPosta, oppure scegliendo l’accesso tramite Identità Digitale Poste ID abilitata a SPID;
  • compilare i campi “Regione/Provincia Autonoma di Residenza”, “Targa/Telaio”, “Tipo di Veicolo” e spuntare la casella di una eventuale riduzione.

A questo punto sarà possibile conoscere l’importo dovuto cliccando sul bottone “Calcola bollo Auto”.

Per effettuare il pagamento è sufficiente:

  • cliccare su “continua”
  • scegliere lo strumento di pagamento che si intende utilizzare (carta Postepay, prepagata o di debito; Carta di Credito o conto corrente)
  • autorizzare l’operazione tramite App Postepay, App BancoPosta o richiedendo un SMS sul proprio numero di cellulare certificato.

Come farlo con App BancoPosta

Poste Italiane consente di poter effettuare il rinnovo della tassa automobilistica in qualsiasi momento della giornata e in mobilità attraverso l’App BancoPosta

Il cliente dovrà:

  • accedere in App
  • scegliere lo strumento di pagamento che intende utilizzare (conto, carta prepagata o di debito Postepay, carta di credito)
  • cliccare sul bottone giallo “Paga”
  • dal menu che si apre selezionare la voce “Bollo Auto e Moto”
  • compilare i campi “Regione/Provincia Autonoma di Residenza”, “Targa/Telaio”, “Tipo di Veicolo” e spuntare la casella di una eventuale riduzione.
  • cliccare sul bottone “Calcola”
  • autorizzare il pagamento attraverso l’inserimento del codice personale ID o con Touch ID (impronat digitale).

Pagare il bollo con App Postepay

Per effettuare il rinnovo tramite App Postepay basta:

  • accedere in App
  • selezionare la voce “Paga” nel menù in basso bottone giallo
  • scegliere la carta da utilizzare per il pagamento (carta prepagata o di debito Postepay, carta di credito)
  • dal menu che si apre selezionare la voce “Bollo Auto e Moto”
  • compilare i campi “Regione/Provincia Autonoma di Residenza”, “Targa/Telaio”, “Tipo di Veicolo” e spuntare la casella di una eventuale riduzione.
  • cliccare sul bottone “Calcola”
  • autorizzare il pagamento attraverso l’inserimento del codice personale ID o con Touch ID (impronta digitale).

Come fare l’operazione in Ufficio Postale

Per rinnovare il bollo auto in ufficio postale basta comunicare allo sportello la targa del veicolo. In questo momento di aumento della curva i contagi da Covid 19, Poste Italiane rinnova la raccomandazione di rivolgersi agli sportelli degli uffici postali solo per operazioni indifferibili. In tal caso, l’Azienda ricorda che è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite:

  • App Ufficio Postale, App BancoPosta e App Postepay;
  • sul sito poste.it;
  • tramite Whatsapp al numero 3715003715.

Il servizio consente di poter scegliere il giorno, l’orario e l’ufficio postale più comodo e di contribuire alla gestione delle presenze in sala nel pieno rispetto delle regole relative al distanziamento sociale dettate dalla pandemia.

Qui sopra, il servizio del TG Poste.