poste primo trimestre

Poste Italiane S.p.A. (“Poste Italiane”) ha firmato un accordo vincolante con Opus S.r.l. (“Opus”) – interamente posseduta dalla famiglia Marconi – e l’operatore di private equity Siparex per l’acquisizione di una quota di maggioranza in Plurima S.p.A. (“Plurima” o la “Società”) per un corrispettivo basato su un enterprise value complessivo della Società di €130 milioni. L’operazione verrà eseguita per il tramite di Poste Welfare Servizi S.r.l. (“PWS”), società interamente controllata da Poste Italiane, e sarà finanziata interamente con le ingenti risorse di cassa disponibili. PWS deterrà il 70% del capitale sociale di Plurima, mentre la famiglia Marconi deterrà il restante 30%. Luca Marconi sarà confermato Presidente Esecutivo della Società. Plurima è una società leader di mercato in Italia nella logistica ospedaliera e nei servizi di custodia e gestione documentale per le strutture ospedaliere pubbliche e private. Operando attraverso 41 strutture logistiche e una flotta di circa 300 veicoli, Plurima ha generato circa €57 milioni di ricavi e circa €10 milioni di EBITDA nel 2021 .

I commenti

La nostra strategia 24SI – ha commentato Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane – prevede un focus sul business della contract logistics con l’obiettivo di completare la transizione verso un modello di logistica ad ampio raggio. Plurima accelererà questo percorso, garantendo l’accesso a nuove opportunità di business legate ad una maggiore tendenza all’outsourcing della logistica e della micro-logistica ospedaliera. Noi faremo leva sull’esperienza che abbiamo maturato con la piattaforma di consegna e prenotazione dei vaccini Covid-19, nonché sulle relazioni consolidate con le pubbliche amministrazioni”. Luca Marconi, Presidente Esecutivo di Plurima, ha commentato: “Plurima, nata da un’intuizione di mio padre Tito 40 anni fa, diventa partner di Poste Italiane. L’obiettivo comune è quello di mettere in campo le rispettive capacità e competenze per continuare lo sviluppo di un progetto sempre più innovativo e di respiro nazionale. Sono certo che realizzeremo con Poste Italiane una grande infrastruttura per la logistica sanitaria del nostro sistema Italia al servizio del cittadino con la determinazione e l’entusiasmo che da sempre ci contraddistingue”. Nella transazione per acquisire Plurima Poste Italiane è stata assistita da Lazard in qualità di fornitore di un parere di congruità e da Gianni & Origoni in qualità di consulente legale. Gli azionisti di Plurima sono stati assistiti da Vitale & Co. in qualità di financial advisor e da Pedersoli Studio Legale in qualità di consulente legale. Il closing dell’operazione è soggetto all’approvazione da parte Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (“AGCM”) ed è atteso entro la fine del primo semestre 2022.